Piano Scuola, soprattutto per la correzione della Legge 107/2015 (Buona Scuola), in particolar modo per la parte riguardante le assunzioni. Inoltre, concentrato su taluni aspetti ritenuti strategici:

mobilità docenti, ripristinando il vincolo triennale di permanenza nella provincia di assunzione (che attualmente è stato sospeso dal MIUR). La chiamata diretta rimane ma è necessaria una semplificazione; introduzione nella didattica del curriculo STEM, incrementando così le competenze nelle scienze, nel digitale e nelle nuove tecnologie; revisione dell’alternanza scuola lavoro; valorizzazione delle professionalità dei docenti e di tutto il personale della scuola; concorso ad hoc per i diplomati magistrale.